L’Ospedale Mauriziano Di Torino Comunicherà Ai Pazienti Le Dosi Di Radiazioni

Una direttiva Euratom del 2013, da recepire entro il febbraio 2018 da parte degli Stati membri, prevede che entro il febbraio 2018 l’informazione relativa all’esposizione del paziente alle radiazioni deve essere comunicata nel referto.

I centri che svolgono l’attività radiologica dovranno, inoltre, registrare gli esami e le doti erogate e i dati confluiranno in un registro regionale e nazionale.

L’Ospedale Mauriziano di Torino ha anticipato i tempi e con quasi un anno di anticipo comunicherà ai pazienti la quantità di radiazioni somministrate durante gli esami radiologici, che negli ultimi 30 anni sono più che raddoppiate: “La causa – spiegano dall’azienda sanitaria – è da attribuire in parte alla medicina difensiva, ma anche all’utilizzo di strumenti diagnostici sempre più potenti come la Tac, preferita alla radiografia perché consente una visione maggiore. La Tac, però, equivale a circa 250 lastre al torace”.

nik
nik

Comments are closed.